A brief glimpse into the past

Calciomercato, Ligorna. L'ex Albissola Caruso entra nel parco portieri biancoblu



Eccellenza - Massese: ufficializzati altri arrivi, la squadra prende forma



Dalla SERIE D alla SERIE A ||| La PRIMA intervista di Andrea CAMBIASO
Dalla SERIE D alla SERIE A ||| La PRIMA intervista di Andrea CAMBIASO

🔘 Iscriviti 🔘 https://www.youtube.com/channel/UCfmCGVXfpAMSi4PP8kqWlbA?sub_confirmation=1 🔥Twitch 🔥 https://www.twitch.tv/cronache_di_spogliatoio ◻ Instagram ◻ https://www.instagram.com/cronache_di_spogliatoio/ ◼ Facebook ◼ https://it-it.facebook.com/cronachedispogliatoio/ 💬 Twitter https://twitter.com/cronachetweet ®Sito Web https://www.cronachedispogliatoio.it/ 📱Scarica la nostra APP https://www.cronachedispogliatoio.it/app/ #seriea #genoa #cambiaso Dalla SERIE D alla SERIE A ||| La PRIMA intervista di Andrea CAMBIASO Se mi chiedessero «Cuchu, ma ripartiresti altre cento volte dalla Serie D?», la risposta sarebbe sempre e solo «sì». Tornerei tutta la vita sui campi in terra sui quali andavo a giocare con l’Albissola. Quando sento i miei compagni lamentarsi del manto erboso non in perfette condizioni qui in Serie A, ripenso a quelle fasce d’argilla sulle quali correvo, oppure al vento che avvolgeva il ‘Bacigalupo’ di Savona e rendeva incontrollabile il pallone. E penso che questo sia il paradiso. Il soprannome «Cuchu» è nato proprio in quegli anni. Quante volte hanno sbagliato a chiamarmi in vita mia… «CAMBIASSO! CAMBIASSO!». Certo, poteva andarmi peggio. Magari mi chiamavo come uno scarso. La prima volta avevo 17 anni, andai tra i dilettanti con una paura immensa di non rivedere mai più il mio Genoa. Dopo 9 anni con il borsone della squadra del cuore, andare a giro con altri colori non è stato facile. Specialmente se devi partire dal punto più basso. Uscire dal nido, dalla zona di comfort. Mettere da parte il sogno. Non mi ritenevano pronto per la Primavera e non ci pensai un attimo: «Andre, basta che non ti fermi». Se incontrassi per strada quel me stesso di 4 anni fa, gli direi che è stata la scelta giusta. Fino a quel momento, ad Albissola ci ero andato solo in vacanza. Al primo allenamento arrivai direttamente dalla spiaggia. Ero spaesato, fu una bella botta misurarmi con una nuova realtà. Sentii subito le martellate dei contrasti, erano diverse. L’intensità e la cattiveria agonistica erano senza precedenti. Ero timido e i miei compagni giuravano di avermi sentito parlare solamente durante il girone di ritorno. Pensavano che avessi perso la lingua, probabilmente. Capii che giocare a calcio era un’altra cosa, che ero tecnicamente bravo ma dovevo svegliarmi. Dovevo crescere, come tutti d’altronde a quell’età. Non erano tanto i piedi, quanto la testa. Avevo bisogno di diventare uomo prima degli altri. Anzi, diciamo che dovevo essere fin da subito un ragazzo adulto. C’era chi studiava lingue, chi consegnava le pizze. E poi c’ero io che sognavo di diventare un calciatore. Quello che ho capito è che più scendi di categoria, più la passione per il calcio è forte e smisurata. Certo, quando volevo allenarmi di più, quelli che venivano da un’intera giornata di lavoro mi maledicevano al termine di un’ora e mezzo di seduta tra corsa e tattica. E avevano ragione. Quando sei nel settore giovanile non ti rendi conto di cosa siano realmente la fatica, le partite, i momenti topici e il valore delle situazioni. In Serie D c’erano giocatori con 15 anni di carriera alle spalle. Si fanno il mazzo durante la settimana e la domenica non vogliono perdere per niente al mondo. Nello spogliatoio ero il ragazzino, mi mettevano spesso nel mezzo ma le prendevo con simpatia. Due anni fa ho letto un’intervista di Andrea Cistana, arrivato in Serie A e in Nazionale grazie al suo Brescia. Anche lui era sceso in D, al Ciliverghe, e disse che rifarebbe quella scelta senza se e senza ma. Sono d’accordo. Ti rapporti con persone che studiano e fanno altro, usano il calcio come hobby. Giochi con i grandi, superi tanti step che la Primavera non ti propone. Potevo giocare 3 minuti, ma il martedì ripartivo a tutto fuoco. Correvo, correvo tanto. Mi piace farlo ancora: se un compagno mi vede dare il massimo, so di poter essere d’ispirazione e farlo andare più forte. Ad Alessandria, in Serie C, avevo 18 anni, e una serenità addosso fuori dal comune. Se fossi andato in prestito per la prima volta intorno ai 19 anni, adesso non sarei qui. Non sarei stato così sfacciato. Che poi, sfacciato: pensate che non ho ancora chiesto neanche una maglia da scambiare a fine partita, sono troppo timido. Ho giocato poche partite in Serie A, penso: «Ma chi la vuole la mia maglia…». Aspetterò che qualcuno venga da me. Anche se quella di Dybala non mi dispiacerebbe, per anni ho fatto il suo ruolo ed è un modello per me. Adesso nello spogliatoio ho Goran Pandev e Mimmo Criscito, è pazzesco essere nella loro stessa squadra! Mimmo, poi… era il capitano del Genoa che guardavo allo stadio. Ho ancora un video di quando facevo il raccattapalle, contro lo Slavia Praga, e accompagno i calciatori in campo. Ci siamo noi due, uno vicino all’altro. Qualche giorno fa gliel’ho fatto vedere: «Quel bambino sono io». Lui è rimasto scioccato. Ha mormorato «Incredibile…».



Pistoiese - Albissola 1-1 Sala Stampa: Mister Asta [PistoieseChannel]
Pistoiese - Albissola 1-1 Sala Stampa: Mister Asta [PistoieseChannel]

Pistoiese Channel: il canale di Pistoialive interamente dedicato agli arancioni! Visita il sito www.pistoialive.it, seguici su Facebook e Twitter, scarica l'App "Pistoialive" dal Play Store!



Allievi U17 AlbinoLeffe-Albissola 14-10-2018
Allievi U17 AlbinoLeffe-Albissola 14-10-2018

This video is about Allievi U17 AlbinoLeffe-Albissola 14-10-2018



Team, Place & City Details

Albissola Marina
Albissola Marina

Albissola Marina is a comune in the Province of Savona in the Italian region Liguria, located about 35 kilometres (22 mi) west of Genoa and about 4 kilometres (2.5 mi) northeast of Savona.

Albisola Superiore
Albisola Superiore

Albisola Superiore is a comune (municipality) in the Province of Savona in the Italian region Liguria, located about 35 kilometres (22 mi) southwest of Genoa and about 5 kilometres (3 mi) northeast of Savona.

Massese

Massese may refer to:

Massese sheep
Massese sheep

The Massese is a breed of domestic sheep from the Alpi Apuane mountains of the province of Massa Carrara, in Tuscany, central Italy. It takes its name from the town of Massa.

Mass sexual assault in Egypt
Mass sexual assault in Egypt

The mass sexual assault of women in public has been documented in Egypt since 2005. In May 2005 Egyptian security forces and their agents were blamed for using it during political demonstrations in Tahrir Square, Cairo, as a weapon against female protesters.

Massereene Barracks shooting
Massereene Barracks shooting

On 7 March 2009, two off-duty British soldiers of 38 Engineer Regiment were shot dead outside Massereene Barracks in Antrim town, Northern Ireland. Two other soldiers and two civilian delivery men were also shot and wounded during the attack.

Masseter muscle
Masseter muscle

In human anatomy, the masseter is one of the muscles of mastication. Found only in mammals, it is particularly powerful in herbivores to facilitate chewing of plant matter.

Mass segregation (astronomy)
Mass segregation (astronomy)

In astronomy, dynamical mass segregation is the process by which heavier members of a gravitationally bound system, such as a star cluster or cluster of galaxies, tend to move toward the center, while lighter members tend to move farther away from the center.

Massereene Barracks
Massereene Barracks

Massereene Barracks is a former military installation in Antrim, Northern Ireland.

Al-Jamahir

Al-Jamahir was an Arabic language weekly newspaper and the official organ of the Democratic Movement for National Liberation (Arabic: الحركة الديمقراطية للتحرر الوطنى‎, abbreviated حدتو, 'HADITU', French: Mouvement démocratique de libération nationale, abbreviated M.D.L.N) a communist organization in Egypt between 1947 and 1955. Al-Jamahir was established in 1947 as official organ of the HADITU. The organization published the legal weekly newspaper that had a regular circulation of 7-8,000, but the circulation occasionally peaked to around 15,000.

Massereene Upper
Massereene Upper

Massereene Upper is a barony in County Antrim, Northern Ireland. To its east lies Belfast Lough, and it is bordered by four other baronies: Massereene Lower to the north; Belfast Upper to the east; Castlereagh Upper to the south-east; and Iveagh Lower, Lower Half to the south-west.

Mass sexual assault

Mass sexual assault is the collective sexual assault of women, and sometimes children, in public by groups of unrelated men. Typically acting under the protective cover of large gatherings, victims have reported being groped, stripped, beaten, bitten, penetrated and raped.